Non tieni d’occhio il tuo orto per qualche giorno e, al tuo ritorno, scopri una miriade di animaletti bianchi sulle piante. Alcuni di questi sono sulle foglie e sui fusti, altri si muovono nel terreno. Cosa sono e come te ne puoi liberare?

Esistono tante specie di animaletti bianchi delle piante, non tutte dannose. Vediamo quali sono le principali e come liberartene, preferibilmente con insetticidi naturali.

Mosca bianca

Abbiamo già dedicato un articolo alla mosca bianca, quindi andremo avanti veloce. Gli insetti sulle piante volano appena avvicini un dito alle foglie? Allora ti trovi di fronte a un’infestazione di mosca bianca.

La mosca bianca provoca: indebolimento della pianta; virosi; fumaggine. Ciò porta al progressivo indebolimento della pianta, che inizia a perdere le foglie. Per eliminarla ti consigliamo di usare uno di questi prodotti:

  • sapone molle di sali di potassio;
  • olio bianco minerale;
  • piretro, in casi estremi.

Cocciniglia bianca

Gli insetti sono grandi un paio di millimetri, ovali e con il dorso convesso coperto da un guscio bianco? È probabile che siano cocciniglie. Esistono diverse varietà di questi parassiti, ma quelli bianchi sono tra i più comuni.

Le cocciniglie sono insetti estremamente dannosi per le piante, dato che si nutrono della linfa e producono la melata. Quest’ultima è una sostanza zuccherina e appiccicosa, che stimola a propria volta gli attacchi di funghi e parassiti. Se l’infestazione è grave, la pianta si indebolisce e muore.

La cocciniglia ama gli ambienti secchi e caldi, motivo per cui prospera soprattutto in estate. Per prevenirne l’infestazione, inumidisci le piante a rischio e pulisci foglie e fusto il più spesso possibile. Se l’infestazione è già in corso, usa l’olio bianco per soffocare gli insetti.

Afidi bianchi

Abbiamo già parlato dei pidocchi delle piante o afidi. In gran parte dei casi questi insettini minuscoli sono neri, ma esistono anche varietà bianche. I danni che arrecano alle piante sono sempre gli stessi, ovvero indebolimento progressivo e infezioni. Anche i metodi per combatterli sono identici.

Se gli afidi sono pochi, pulisci le foglie a mano e spruzza un buon macerato di ortica su tutta la pianta. Se sono troppi per i rimedi naturali, usa il piretro. Stai attento, però: il piretro uccide anche insetti utili per l’orto.

Identificazione degli Afidi Bianchi

Gli afidi bianchi, noti anche come afidi farinosi o cocciniglie farinose, sono caratterizzati da piccoli corpi di colore bianco o giallo chiaro, ricoperti da una sostanza cerosa simile a farina. Questi insetti si nutrono della linfa delle piante, causando indebolimento, giallimento delle foglie e deformità nelle piante ospiti.

Ciclo di Vita degli Afidi Bianchi

Gli afidi bianchi passano attraverso diverse fasi di sviluppo, compresa la fase di uova, ninfa e adulto. Le femmine possono deporre uova protette dalla cera in luoghi nascosti sulle piante.

Prevenzione e Controllo degli Afidi Bianchi

La prevenzione è fondamentale per proteggere le piante dagli afidi bianchi.

Pratiche Culturali per prevenire l’arrivo degli afidi bianchi

Mantenere un giardino pulito e sano è il primo passo per prevenire le infestazioni di afidi bianchi. Rimuovere regolarmente le foglie infette, mantenere un’adeguata circolazione d’aria e monitorare attentamente le piante può aiutare a prevenire il proliferare degli afidi.

Metodi Naturali di Controllo per gli afidi bianchi

L’uso di predatori naturali come coccinelle e crisopei può essere un metodo efficace per controllare gli afidi bianchi. Inoltre, il lavaggio delle piante con acqua saponata o l’impiego di olio di neem possono ridurre l’infestazione.

Rimedi Chimici per combattere gli afidi bianchi

In casi gravi, l’uso di insetticidi specifici può essere considerato, tuttavia, è importante utilizzarli con cautela e seguendo attentamente le istruzioni per evitare danni alle piante e agli organismi non mirati.

Collemboli

I collemboli possono essere dannosi o utili, a seconda della varietà. Sono infatti insetti che vivono nel terreno e si nutrono di muffe, funghi e marciumi. Rientrano quindi tra gli insetti che stimolano la decomposizione della materia organica, con tutti i benefici che ne conseguono.

Dato che vivono nel terreno, i collemboli sono abbastanza sfuggevoli: misurano un paio di millimetri, hanno un corpo allungato e le antenne. Possono essere bianchi, neri, marroni, perfino gialli. Le varietà infestanti si fanno notare soprattutto per le conseguenze sul sedano più giovane, che inizia a seccare senza apparente motivo.

Per combattere i collemboli, prevenire è meglio che curare: evita i ristagni idrici e, prima di innaffiare, lascia che il terreno si asciughi.

Onischi bianchi

Chiudiamo con un’altra varietà di animaletti che vivono nel terreno. Gli onischi sono dei piccoli millepiedi lunghi massimo 18 mm, con uno spesso guscio sul dorso. Possono essere neri o bianchi, rifuggono il sole e si appallottolano quando li tocchi.

Gli onischi o porcellini di terra sono animaletti bianchi innocui per le piante, anche se possono impressionare chi non ama gli insetti. Si nutrono infatti di materia organica morta e di cocciniglie, che invece sono molto dannose. Per questo motivo, ti consigliamo di lasciarli dove sono senza arrecare loro danno.

Il tuo orto ti aspetta

Le infestazioni di animaletti bianchi sulle piante interessano un po’ tutti gli amanti delle piante, non solo chi possiede un orto. Se però il tuo pollice verde smania per un orto da coltivare, contattaci: Orti a Tutto Gas ti aspetta con tanti orti in affitto a Borgomanero (Novara).

Rimani aggiornato, iscriviti alla newsletter