Tempo di Lettura: 3 minuti

Puoi comprare le piantine dell’orto in tanti posti: vivaio, supermercato, perfino online. Hai mai pensato di pescarle direttamente dal tuo frigorifero? Esistono infatti tanti ortaggi coltivabili dagli scarti. In questo modo puoi dare vita a parti della pianta destinate alla spazzatura e risparmiare soldi.

Piante e semi di carota dagli scarti

Non puoi ottenere carote direttamente dagli scarti, questo dev’essere chiaro. In compenso, puoi usare i rimasugli per ottenere nuove piantine, farle fiorire e ottenere così tanti nuovi semi. Il percorso è un po’ tortuoso, ma può essere divertente se vuoi avvicinare figli o nipoti all’orto.

  1. Taglia circa 1 cm dell’estremità superiore della carota.
  2. Poggiala in un contenitore nel quale hai versato qualche millimetro di acqua. Non serve immergerla.
  3. Sostituisci l’acqua ogni 2 giorni circa. Bada che sia tiepida, per non provocare shock termici.
  4. Passati 10 giorni, dovresti avere una piantina pronta da trapiantare.
  5. Interra ciò che rimane della carota, lasciando fuori la piantina.
  6. Innaffia con regolarità, come per le carote normali.
  7. Quando la pianta comincia a seccare, raccogli i fiori con delicatezza.

L’intero procedimento richiede qualche mese, quindi potrai usare i semi solo l’anno prossimo.

Tante cipolle da una cipolla germogliata

Ci sono almeno due modi per coltivare le cipolle dagli scarti:

  • dal germoglio;
  • dalla base della cipolla.

Il primo è il più banale. I sarà di sicuro capitato di trovare una o più cipolle germogliate in dispensa. I più puliscono la cipolla e buttano il germoglio e, così facendo, anche l’inizio di una nuova piantina. Per evitare lo spreco, cerca di tagliare la cipolla senza intaccare il germoglio centrale. L’operazione è un po’ macchinosa, ma alla fine avrai un bulbillo pronto da interrare.

Il secondo metodo è un pochino più lungo e con esiti più incerti.

  1. Taglia circa 2 cm di cipolla dalla base.
  2. Falla seccare in un posto fresco e asciutto per un paio di giorni.
  3. Interra la base della cipolla con il taglio verso l’alto e quel che rimane delle radici verso il basso.
  4. Copri il tutto con circa 3 cm di terra.
  5. Mantieni il terriccio umido.
  6. Quando le piantine avranno sviluppato qualche foglia, tirale fuori dal terreno con delicatezza.
  7. Separa le piante tagliando ciò che rimane della cipolla madre. Stai attento a lasciare abbastanza radici a tutte.
  8. Interra di nuovo tutto.

Lattuga fresca dal fondo del cespo

La lattuga è una pianta facile da coltivare, una volta trovato il modo per difenderla dalla lumache. I più partono dal seme, ma è possibile partire anche dal cespo.

Per raccogliere la lattuga non dovresti mai strappare la pianta dal terreno, perché le impediresti di produrre nuove foglie. Piuttosto, devi tagliare la pianta e lasciarne circa 1 cm sopra il livello del terreno. In questo modo la pianta sopravviverà e tu potrai fare un secondo raccolto. Il meccanismo è lo stesso.

  1. Quando pulisci l’insalata, taglia il cespo a circa 3 cm dal fondo.
  2. Versa 1 cm di acqua in un contenitore e poni la base del cespo al suo interno.
  3. Posiziona il contenitore in un punto assolato, ma non sotto la luce diretta del sole.
  4. Aspetta circa 15 giorni, quando inizieranno a spuntare foglie e radici.
  5. Elimina le foglie più esterne.
  6. Interra la base del cespo e prosegui come per le insalate coltivate da seme.

Contattaci

02.54107530​
mail@vargas.it

Via Novara, 188, 28021 Borgomanero NO​