Gli orti per bambini sono pensati per portare curiosità e divertimento negli occhi dei più piccoli. Insegnanti e genitori utilizzano spesso questa tecnica per avvicinare i bambini al mondo della natura, così ricco di fascino e pieno di meraviglie da scoprire.

In questo articolo, cercheremo di capire insieme cosa significa davvero costruire un giardino in miniatura e come coinvolgere i bambini nella cura di un orto, mostrando loro qual è il modo giusto per prendersi cura delle nuove piantine.

Con un po’ di impegno e costanza nel lavoro, scoprirete presto che l’orto regala tantissime sorprese e che può portare benefici tanto a voi quanto ai bambini coinvolti.

Queste idee semplici per orti per bambini sono quello di cui avete bisogno per iniziare a divertirvi insieme. Iniziamo!

Come creare un orto per bambini

Capire come avviare un orto per bambini può sembrare complesso. Potreste trovarvi a chiedervi come insegnare ai bambini a coltivare un orto e quali sono i passi fondamentali da seguire per creare una composizione intelligente e duratura.

Per aiutarvi a risolvere ogni dubbio iniziale, abbiamo preparato una lista step by step con alcuni passi fondamentali per avviare un orto per bambini. Vediamo nello specifico di cosa abbiamo bisogno e come iniziare:

  1. Scegliere il posto adatto:
    Il primo passo per costruire un orto per bambini funzionale è scegliere lo spazio giusto. Se disponete di un giardino, optate per un’area ben esposta al sole, capace di offrire alle nuove piantine il giusto livello di esposizione (tra le 6 e le 8 ore di luce al giorno);
  2. Preparare il terreno:
    Se avete scelto di creare un orto in giardino, assicuratevi che il terreno sia fertile e libero da erbacce. Se invece avete optato per vasi o cassette, riempiteli con terriccio di buona qualità;
  3. Strumenti da giardinaggio per bambini:
    Prima di iniziare la semina, occupatevi dell’acquisto di strumenti da giardinaggio per bambini. Rastrelli, palette e innaffiatoio di piccole dimensioni sono perfetti per coinvolgerli nel lavoro dell’orto, insieme ai guanti da giardinaggio;
  4. Piantare i nuovi semi:
    Livellate il terreno con l’aiuto del rastrello (i bambini possono tranquillamente aiutarvi in questa fase) e utilizzate il retro della paletta per creare dei piccoli buchi pronti ad accogliere i semini. Lasciate che i bambini si occupino direttamente della semina, assegnando ad ognuno un pugno di semi;

Cercate sempre di coinvolgere i bambini nelle attività dell’orto, facendo in modo che partecipino attivamente a tutte le fasi – dalla semina fino alla raccolta dei frutti. In questo modo, riusciranno a sviluppare una connessione più profonda con le piante.

Allo stesso tempo, usate l’orto come un’opportunità preziosa per insegnare ai bambini qualcosa in più sui cicli di crescita delle piante, sulla fotosintesi e sull’importanza dell’acqua e del sole per la crescita. Quando le piante inizieranno a dare i loro frutti, festeggiate insieme il successo dell’orto. Preparate una gustosa insalata con gli ingredienti coltivati insieme da poter mangiare in compagnia.

Orti per bambini in balcone

Se vi state chiedendo se è possibile creare un orto per bambini anche in spazi limitati, la risposta è assolutamente sì. Anche se non si dispone di molto spazio esterno, ci sono diverse opzioni che consentono comunque di coltivare un piccolo orto divertente e educativo.

Il metodo più efficace è quello che riguarda la costruzione di un classico orto per bambini in terrazza / in balcone. Utilizzando vasi, contenitori o cassette, è infatti possibile creare un orto rigoglioso ma poco ingombrante. Data la varietà di piante disponibili, questo genere di giardino si adatta bene alla coltivazione di erbe aromatiche, piccoli frutti e verdure di varie dimensioni.

Lo stesso vale poi per chi sceglie di creare un piccolo orto verticale. Sfruttare lo spazio verticale è sempre un’ottima idea, soprattutto quando puntiamo alla coltivazione di piante rampicanti come fagioli, piselli, pomodori o fragole. In questo caso, gli strumenti necessari sono strutture appese, griglie o pareti per coltivare.

Fortunatamente, ci sono tantissime oggetti che possono trasformarsi in “vasi” pronti ad accogliere nuove piantine. Se siete appassionati di riciclo e volete coinvolgere i bambini in un’attività educativa e divertente, potete pensare di utilizzare oggetti di riciclo come bottiglie di plastica, scatole di cartone, o pallet per creare contenitori o strutture per l’orto.

Se poi lo spazio è ancora più limitato e potete posizionare l’orto solo all’interno, ragionate sulla costruzione di un mini orto da casa. Negli articoli precedenti abbiamo parlato degli orti in miniatura, che possono essere posizionati sui davanzali di tutte le finestre. In questi casi, la coltivazione delle erbe aromatiche come basilico, prezzemolo, timo, menta o rosmarino è la più consigliata; rapida e adatta anche ai più piccoli.

Con un po’ di creatività e pianificazione, è possibile creare un orto divertente e educativo anche in spazi limitati, offrendo comunque ai bambini l’opportunità di imparare e divertirsi coltivando le piante.

Piante facili da coltivare con i bambini

Che tipi di piante sono adatte per gli orti dei bambini?

Ci sono molte piante adatte per gli orti dei bambini, e la scelta dipende anche dalla stagione, dal clima e dalle preferenze personali. In linea generale, è sempre consigliata la coltivazione di piante “poco complesse”, che non hanno bisogno di troppe attenzioni e che riescono a crescere facilmente.

Di seguito, una pratica lista di piante facili da coltivare con i bambini, decisamente popolari tra i giovani agricoltori e nelle scuole che sfruttano l’orto come attività didattica di apprendimento e divertimento. Vediamole nel dettaglio:

  • Pomodoro:
    I pomodori sono sicuramente piante facili da coltivare per bambini, in grado di offrire risultati visibili e dai colori brillanti entro poche settimane. L’unico consiglio qui è fare attenzione ai rami, che potrebbero spezzarsi sotto il peso dei frutti, ricordandosi di legare un bastoncino di supporto quando il pomodoro inizia a diventare troppo grande;
  • Fragole:
    Così come i pomodori, anche le fragole si distinguono per il proprio colore brillante e per la facilità di crescita. Non solo, mostrano ai bambini le diverse fasi di sviluppo, dal bianco iniziale fino al rosso intenso della fase finale;
  • Basilico:
    Il basilico rientra tra le piante aromatiche facili per bambini, caratterizzato da una crescita veloce e da un odore molto riconoscibile. Se esposto ad una buona quantità di luce, il basilico continua a produrre foglie per quasi tutto l’anno;
  • Carote:
    Divertenti da coltivare perché i bambini possono scavare per trovarle sotto terra, le carote rientrano nella lista delle piante ideale per gli orti per bambini. Le varietà più piccole o colorate sono particolarmente interessanti per i più piccoli;
  • Zucchine:
    Le zucchine sono piante robuste che producono frutti in abbondanza, incoraggiando i bambini a osservare la loro crescita veloce. Inoltre, non hanno bisogno di particolare cura per crescere forti e sane;
  • Fagiolini:
    Rispetto a tante altre verdure, i fagiolini sono divertenti da coltivare perché crescono rapidamente e in verticale. Per poter sviluppare correttamente, hanno però bisogno di supporti appositi su cui arrampicarsi;
  • Insalata:
    Alcune varietà di insalata crescono rapidamente e sono ideali per insegnare ai bambini la semina e le diverse fasi di crescita delle foglie. In più, può essere divertente raccogliere i cespi maturi e preparare insieme fresche insalate salutari;
  • Piselli:
    Anche i piselli possono essere piantati facilmente negli orti per bambini. I più piccoli possono divertirsi a sbucciare i baccelli non appena la pianta diventa abbastanza matura;
  • Girasoli:
    I girasoli, fiori notoriamente grandi e luminosi, possono essere un’aggiunta divertente all’orto dei bambini. Nel corso delle diverse giornate, i piccoli potranno divertirsi ad osservare come i girasoli seguono il sole durante il giorno.

Scegliete sempre piante in grado di crescere bene nella vostra zona climatica e capaci di adattano allo spazio disponibile. Inoltre, cercare di includere varietà insolite o colorate per stimolare la curiosità e l’interesse dei bambini nella coltivazione delle piante.

Perché creare un orto per bambini

Quali sono i benefici degli orti per bambini?

Rispetto a quello che si potrebbe pensare ad una prima analisi, ci sono molti benefici legati alla creazione di un orto per i bambini. Vediamo insieme alcuni dei vantaggi principali, che potrebbero spingervi ad iniziare quest’attività – a casa o a scuola:

  • Educazione nutrizionale:
    Coltivare un orto aiuta i bambini a comprendere meglio da dove proviene il cibo e come crescono frutta, verdura e erbe aromatiche. Tutto questo aumenta la loro consapevolezza nutrizionale e li incoraggia a compiere scelte alimentari più sane;
  • Apprendimento pratico:
    L’orto offre un’esperienza pratica di apprendimento attraverso l’osservazione e l’interazione con le piante. I bambini imparano i concetti di semina, crescita, manutenzione delle piante e raccolta dei prodotti;
  • Sviluppo delle abilità motorie:
    Lavorare in un orto coinvolge attività fisiche come scavare, seminare, annaffiare e raccogliere i nuovi frutti. Tutte queste attività aiutano nello sviluppo delle abilità motorie e nella coordinazione occhio-mano;
  • Connessione con la natura:
    Coltivare un orto consente ai bambini di sviluppare una connessione più profonda con la natura. In questo modo, si riesci ad aumentare la loro consapevolezza ambientale e il rispetto per l’ecosistema;
  • Promozione della responsabilità:
    Prendersi cura delle piante in un orto insegna ai bambini la responsabilità e l’importanza di dedicare tempo e attenzione per far crescere qualcosa. Vedere le piante crescere e produrre frutti gratifica i bambini, insegnando loro la gratificazione del lavoro duro e della pazienza;
  • Stimolazione sensoriale:
    L’orto coinvolge tutti i sensi. I bambini possono toccare, annusare, assaggiare e vedere le piante e i loro frutti, arricchendo così la loro esperienza sensoriale.

Inoltre, l’orto può essere un’opportunità per insegnare ai bambini concetti scientifici come la fotosintesi, il ciclo di vita delle piante e l’ecosistema. Globalmente, l’esperienza di coltivare un orto per bambini offre numerosi vantaggi che contribuiscono al loro sviluppo cognitivo, fisico ed emotivo.

Attività educative legate agli orti per bambini

Ci sono molte attività educative che possono essere svolte con i bambini in un orto. Un’esperienza di giardinaggio divertente per bambini è sempre un ottimo modo per avvicinarli alla natura e insegnarli a vivere in armonia con ogni creatura dell’ecosistema.

Se state pensando alla creazione di un “orto scolastico”, vi consigliamo di coinvolgere i bambini nella semina dei semi. Spiegate loro come posizionare i semi nel terreno o nei vasi e come prendersi cura delle piantine passo dopo passo.

Durante il processo di crescita, potete osservare e monitorare insieme le varie fasi di sviluppo. Registrate su un quadernino i cambiamenti e i progressi delle piante – come la crescita delle foglie, dei fiori e dei frutti. Oppure ancora, provate a misurare l’altezza delle piante (settimanalmente o mensilmente) e registrate i dati. Tutte queste attività, aiutano i bambini a rendere l’esperienza più stimolante e divertente, come una piccola “sfida” settimanale.

Potete anche organizzare semplici esperimenti scientifici legati all’orto. Ad esempio, potete esaminare l’effetto della luce solare o dell’acqua su diverse piante, o studiare la germinazione dei semi in condizioni diverse. Gli insetti sono un ottimo alleato in queste situazioni, perché i bambini amano osservarli da vicino e scoprire quali specie partecipano alla vita dell’orto.

Tutte le informazioni che i bambini raccolgono nell’orto possono poi essere riportate all’interno di un diario, con scritte, disegni e immagini delle singole piante. I progetti artistici sono ideali da coltivare nell’orto, a contatto diretto con la natura.

In ultimo, può essere divertente pensare di coinvolgere i bambini in semplici progetti di riciclo, che aumentano la consapevolezza e l’attenzione per la natura. Non è necessario spingersi troppo oltre, basta anche la creazione di un fertilizzante naturale per l’orto prodotto attraverso l’uso di scarti di cibo (minimo sforzo e massima resa!).

Tutte le attività descritte non solo insegnano ai bambini nozioni scientifiche e pratiche legate alla coltivazione delle piante, ma offrono anche un modo divertente per stimolare la loro creatività e curiosità.

Buon divertimento!

Rimani aggiornato, iscriviti alla newsletter