Tempo di Lettura: 3 minuti

Il mirtillo americano è cugino stretto del mirtillo nostrano, dal quale si distingue per le bacche di grandi dimensioni. Pur essendo decisamente lontano da casa, il mirtillo americano cresce benissimo anche in Italia. Si tratta infatti di una pianta coriacea, che sopravvive anche a temperature sotto lo zero e che ha bisogno davvero di poco. Basta prestarle un minimo di cure, per avere una pianta sana e tante bacche gustose.

Vediamo quali.

Come far riprodurre le piante di mirtillo

Puoi provare a seminare il mirtillo americano, ma te lo sconsigliamo: nonostante le bacche producano semi, questi hanno un basso indice di germinazione. Puoi provare a migliorarlo mettendo i semi a bagno nella camomilla, così da ammorbidirne il tegumento, però non ne vale la pena. Piuttosto, ti conviene usare altri metodi per far riprodurre queste piante.

La cosa più semplice è comprare una piantina già pronta da trapiantare, tra i 9 e i 15 mesi. Se però ne hai l’opportunità, puoi procedere con una talea. Tra luglio e agosto, preleva dei rami ancora giovani e lunghi 15 cm circa; in alternativa, puoi usare anche rami tagliati durante la potatura, anche se potrebbero fare un po’ più fatica. Procuratoti il ramo, prosegui in questa maniera:

  1. elimina le foglie alla base del ramo, lasciando solo quelle in cima;
  2. immergi la base del ramo in un ormone radicante, soprattutto se stai usando rami un po’ più vecchi e legnosi;
  3. interra circa metà ramo in un substrato di torba e sabbia; stai attento a non togliere l’ormone radicante, nel farlo;
  4. inumidisci il terreno e il ramo con uno spruzzino;
  5. copri il ramo con mezza bottiglia trasparente e tienilo in un posto luminoso, lontano però dalla luce diretta del sole.

Se tutto va bene, le nuove piantine dovrebbero essere pronte per l’anno successivo.

Quale terreno usare per il mirtillo americano

Il mirtillo americano è una pianta acidofila, proprio come il cugino europeo. Affinché cresca bene, il pH dev’essere tra 4 e 5; se il pH è superiore a 5.5, la pianta soffre ed è probabile che non produca frutti. I sintomi più comuni sono il rapido ingiallimento delle foglie, causato dal mancato assorbimento del ferro.

In compenso, il mirtillo americano cresce bene anche in terreni poco profondi, motivo per cui è particolarmente adatto agli orti in balcone. Assicurati però che il terreno sia ben sciolto, in modo da evitare i ristagni idrici. Inoltre, il mirtillo ha bisogno di tanta materia organica, bisogna quindi concimarlo almeno una volta all’anno.

Per concimare il mirtillo, usa compost ben maturo o humus di lombrico. Cerca di non esagerare con i concimi azotati ed evita i concimi a reazione alcalina, come la cenere. La torba acida può essere un ottimo ammendante, specie se il terreno non è abbastanza acido.

Come mettere a dimora il mirtillo americano

Il mirtillo americano va trapiantato in autunno o tra febbraio e marzo. Dato che si tratta di una pianta ingombrante, lascia circa 150 cm tra una pianta e l’altra e 250 cm tra le file. Se andrà tutto bene, la pianta potrebbe diventare alta perfino 3 metri.

Prima di mettere la pianta a dimora, libera le radici dal pane e distendile bene. Lasciarle a bagno per 2-3 ore circa favorisce il processo. A questo punto interrala e innaffia immediatamente: favorirà l’attecchimento. Approfittane anche per eliminare i rami più deboli e sottili, per favorire lo sviluppo del resto della pianta. La potatura andrà ripetuta ogni anno, per eliminare i rami vecchi e lasciare spazio a quelli più giovani e produttivi.

Dato che il mirtillo americano ha radici superficiali, tende a soffrire la mancanza d’acqua. Usa una buona pacciamatura per tenere il terreno sempre umido e proteggerle dalle intemperie.

Difficilmente una pianta di mirtillo americano coltivato in vaso raggiungerà i 3 metri. Vuoi ottenere il massimo dalla tua coltivazione? Prendi in affitto uno degli spazi verdi di Orti a Tutto Gas! Contattaci per saperne di più.

Contattaci

02.54107530​
info@ortiatuttogas.it

Via Novara, 188, 28021 Borgomanero NO​

© Riproduzione riservata