Tempo di Lettura: 3 minuti

Esistono varietà di pomodori da coltivare senza sostegno? Certo che sì: sono le varietà a crescita determinata, ovvero quelle che rimangono basse e che formano un cespuglio che si sostiene da sé. Puoi quindi scegliere di coltivarle senza canne né fili, lasciando che la pianta si sviluppi liberamente.

Vediamo quali sono le migliori.

Pomodoro Patataro Nano

Varietà di pomodoro antica, molto produttiva nonostante la crescita determinata e coltivabile senza sostegni. Essendo una pianta dalle qualità rustiche, si adatta bene a molti tipi di terreni e resiste anche alla siccità. È però essenziale che il terreno sia ricco di materia organica, per garantire il corretto sviluppo dei frutti.

I pomodori di questa varietà sono tondi e piatti, pesanti pressapoco 50 grammi e con la buccia di un bel rosso vivo. Si consumano sia crudi sia cotti, in particolare nella preparazione di salse e di sughi. La polpa soda e quasi del tutto priva di semi, poco acida, li rende infatti un ingrediente versatile e adatto a tante ricette.

Pomodoro Roma per salsa

Il pomodoro Roma è apprezzato per la sua crescita vigorosa e per le foglie abbondanti, che proteggono i frutti dal sole troppo intenso. Inoltre è facile da coltivare, in quanto resistente a un’ampia varietà di malattie fogliari e radicali: è stata una delle prime varietà resistenti alla peronospora.

I frutti del pomodoro Roma sono grossi e allungati, pesanti fino a 90 grammi e con una sottile buccia color rosso vivo. Li si usa soprattutto nella preparazione di salse e pelati, ma sono ottimi anche essiccati.

Pomodoro Ciliegino Nano

Il pomodoro Ciliegino nano è una varietà adatta anche alla coltivazione in vaso, resistente a un buon numero di malattie radicali. Al contrario delle varietà a crescita indeterminata, non richiede alcun lavoro di sfemminellatura e assume naturalmente la sua forma a cespuglio. Attenzione, però: il sostegno non è obbligatorio, ma alcuni esperti lo consigliano comunque per ridurre il rischio che i rami carichi di frutti si spezzino.

I frutti di questa crescono in grappoli e pesano circa 20 grammi. Sono sodi, dalla buccia rosso brillante, ottimi da consumare crudi in insalata o in sfiziosi sughetti.

Pomodoro Pizzutello

Altra varietà di pomodoro rustica, adatta anche alle aree con un clima arido e asciutto. Pur essendo solo a crescita semi-determinata, la pianta tende a rimanere bassa. Per questa ragione, la si coltiva senza sostegno e non serve la sfemminellatura. Bisogna però stare attenti a non bagnare le foglie durante l’irrigazione, per evitare la comparsa di malattie fungine.

I frutti sono di piccole dimensioni e tondi con un pizzetto, dal peso di 20 grammi in media. La polpa è fine e asciutta; per questa ragione, è ottima per preparare le salse anche casalinghe. Si presa anche al consumo crudo, in insalate o nel famoso pesto alla trapanese. La preparazione più classica è però l’essiccazione: i grappoli vengono appesi ad asciugare per conservarli durante l’inverno.

Pomodoro Corleonese

Varietà di pomodori senza sostegno tipica del palermitano e del trapanese, coltivata nelle zone più asciutte di quel territorio. Nonostante questo, il pomodoro Corleonese nano richiede un terreno profondo e fertile, ricco di sostanza organica.

I pomodori di questa varietà sono di forma tonda e appiattita, molto costoluti e dal profumo intenso. Si prestano molto bene soprattutto al consumo crudo, in insalate e capresi. I Corleonesi sono però ottimi anche per la preparazione di salse e conserve, nonché essiccati.

Vuoi imparare sempre più cose sui pomodori?

Iscriviti a Orti a Tutto Gas e ricevi tanti approfondimenti gratuiti! Se vivi in provincia di Torino, Ivrea o Novara, ti aspettano anche tanti orti in affitto pronti da coltivare: contattaci per saperne di più.

Contattaci

02.54107530​
info@ortiatuttogas.it

Via Novara, 188, 28021 Borgomanero NO​